La messa a fuoco nelle fotocamere reflex è una delle funzioni più importanti che la compongono. Questa gioca un ruolo importantissimo soprattutto nella creatività e precisione. L’occhio avvicinandosi ad un oggetto tende a cambiare punto focale e cosi accade nella fotografia cercando di simularne l’effetto regolandolo dall’obbiettivo, in modo da tenere il soggetto nitido e lo sfondo sfocato. Questo gioco, nella profondità di campo, è utilizzato spesso nella macro e in maniera piu leggera nei ritratti utilizzando valori tra f 1.2 e 5.6 i quali consentono di scattare con tempi più brevi evitando il micromosso che spesso avviene su questa tipologia di foto.

1/80 f5.6 Iso: 100 +1EV

Nella foto successiva vediamo uno scatto 50mm su un vetro bagnato, notando che la parte piu nitida si trova proprio al centro della foto, questo dato da una prospettiva non lineare.
In questo caso la messa a fuoco
è manuale, impostando su automatico tenderebbe a estendersi e rischiare di non prendere il punto sulla quale si vuole attirare l’attenzione giocando sulla profondità di campo.

1/30 f4.5 Iso: 100 +-0EV

Oltre alla scelta del punto manualmente abbiamo a disposizione l’automatico che comprende delle sotto regolazioni:

  • AI Servo : Dal momento in cui viene effettuato un movimento la fotocamera imposta il punto focale sul soggetto.
  • AI Focus : Consigliata per fotografare animali o oggetti mobili dove la focalizzazione segue costantemente l’individuo scelto ( sconsigliato per movimenti laterali ).
  • One Shot : Una volta premuto a metà corsa il pulsante di scatto viene scelto il punto di messa a fuoco , nonostante ci spostiamo questo rimane invariato allo stesso valore.

puntifocali

Come vediamo nell’immagine sopra il punto rosso che potremo visualizzare, anche nel nostro display, indica il punto di focus in modalità AF. Di default lo troviamo impostato al centro ciò vuol dire che verrà presa in considerazione la parte centrale per la scelta dell’estensione focale. Questa condizione può essere naturalmente cambiata a seconda delle proprie esigenze. Esempio sinistra / destra :Esempio sinistra / destra :

fuoco vicino - lontano


7 commenti

Giulietta · 22 Giugno 2009 alle 11:21

Fantastico, finalmente riesco a vedere la fotografia con altri occhi, è tutto piu semplice ora senza quel manuale da 300 pagine in 4 -5 lingue che alla fine non spiega niente. Aspetto le altre guide 🙂

Delphin · 22 Giugno 2009 alle 21:14

Cari miei abbiamo trovato la guida giusta. Posso fare una proposta? Tradurla almeno in inglese. E’ veramente un’ottima guida che si distingue da quelle che troviamo nel Web per semplicità ma pienezza del contenuto.

Ottimo lavoro,
Delphin 😉

admin · 23 Giugno 2009 alle 12:09

Giusta osservazione Delphin , abbiamo temporaneamente inserito un plug-in per tradurla in più lingue . A breve faremo la sezione multilingua per ogni articolo.

Sabrin · 7 Luglio 2009 alle 18:18

Wow ottima iniziativa aspetto tutte le guide

MLuisa photos · 9 Agosto 2009 alle 13:31

Complimenti ottimo tutorial ! ho letto anche le altre , molto chiare e pulite

San Bernardo · 1 Settembre 2009 alle 22:15

Dispongo di tre apparecchi : 2 a pellicola ed 1 digitale . E cioè:
a)CONTAX ,focale ZEISS/SONNAR 1:1.5 – f 50m/m
b)PENTAX ME SUPER ,focale SMC PENTAX 1:1.7 – f 50m/m + filtro(?) 1A 49m/m Japan
c)CANON Power Shot A 520
°°°°°°°°°°°°Quale mi suggerite ? Inoltre, se a pellicola , quale sensibilità ASA o DIN ? Grazie.

Sabrine · 12 Settembre 2009 alle 13:31

Bellissime foto !
@ San bernardo prova a leggere questo https://www.scalve.it/fotografia/9-PELLICOLE.htm

I commenti sono chiusi.