All’inizio di questa settimana, ho esaminato tre principali criptovalute da prendere in considerazione per gli investitori mentre ci avvicinavamo alla metà di maggio.

Sebbene l’ascesa delle criptovalute sia stata eccitante e abbia fatto fortuna, ho avvertito gli investitori di essere cauti. La volatilità di questo mercato ha rialzato la testa ancora una volta questa settimana. Perché Bitcoin e i suoi pari vengono martellati prima della metà di maggio? 

Immergiamoci.

Elon Musk Ha Appena Preso a Pugni Bitcoin

Il fondatore e CEO di Tesla Elon Musk è diventato molto popolare tra gli appassionati di criptovalute nel 2021. Tuttavia, quella storia d’amore potrebbe finire dopo la scorsa settimana. L’8 maggio, Elon Musk ha recitato come ospite al Saturday Night Live e ha partecipato a uno sketch in cui ha definito Dogecoin un “trambusto”. Commedia o no, i commenti hanno portato Dogecoin a essere schiacciato nel trading mattutino di domenica.

All’inizio di febbraio, Tesla ha acquistato 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin. La società ha anche affermato di aver pianificato di accettare la migliore valuta digitale come pagamento per i suoi veicoli, spingendo Bitcoin ai massimi storici. 

Tuttavia, ciò che Tesla ed Elon Musk danno, lo portano anche via. Ieri, Tesla ha annunciato che avrebbe smesso di prendere Bitcoin per gli acquisti di veicoli. La società ha affermato di averlo fatto per la preoccupazione che le criptovalute contribuissero a un maggiore consumo di combustibili fossili. Quindi, l’abbraccio di Tesla alla migliore valuta digitale è stato di breve durata.

Il prezzo del Bitcoin si è aggirato appena sopra il segno di 50.000 dollari negli scambi del primo pomeriggio del 13 maggio. Anche i suoi colleghi come Ethereum, Monero e Ripple hanno sofferto. Il Purpose Bitcoin ETF (TSX: BTCC.B), il primo exchange-traded fund incentrato su Bitcoin, è sceso dell’8,2% nel primo pomeriggio di negoziazione, mettendo l’ETF in rosso nei circa tre mesi dal suo inizio.

Tuttavia, il rifiuto del Bitcoin da parte di Tesla non è l’unica preoccupazione per gli appassionati di questa criptovaluta che nonostante tutto continuano a investire in bitcoin.

È In Arrivo Un Giro Di Vite Sulle Criptovalute?

Bitcoin ha subito alcune turbolenze a metà aprile quando gli avvertimenti di un giro di vite hanno preso piede. Gli appassionati avevano il diritto di essere preoccupati poiché la crittografia ha stimolato alcuni influenti detrattori. 

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen, ex presidente della Federal Reserve, ha messo in dubbio la fattibilità di Bitcoin, definendo la principale valuta digitale “estremamente inefficiente”. Bill Gates ha messo in guardia contro gli investitori al dettaglio che mettono i loro soldi nell’asset intrinsecamente volatile.

Warren Buffett non si è scaldato sulle valute digitali. In passato, ha definito Bitcoin una “delusione” e l’ha liquidata come “veleno per topi” per gli investitori. Charlie Munger, vice presidente di Berkshire Hathaway, ha definito Bitcoin “disgustoso e contrario agli interessi della civiltà” in una sessione di domande e risposte all’assemblea annuale degli azionisti della società il 1 maggio.

Mentre la crittografia è diventata popolare nell’ultimo anno, molti dei suoi detrattori sono più ostili che mai. Il voltafaccia di Tesla su Bitcoin potrebbe essere un segno di cose a venire. Gli investitori devono essere molto cauti in questo momento.

Dovresti Guardare Alle Criptovalute?

L’entusiasmo che circonda la crittografia è stato contagioso da quando è stato rinvigorito a metà del 2020. Tuttavia, gli investitori devono prepararsi a rischi significativi e volatilità se mirano a entrare nel mercato in questa fase. Bitcoin è in gran parte definito come un bene “rifugio sicuro” che non è correlato al mercato azionario.

Tra il 2018 e il 2020, BTC ha effettivamente dimostrato una correlazione con il più grande indice azionario del mondo e questa correlazione ha raggiunto il suo picco di otto anni nel 2020.

Nel 2021, Bitcoin si è lentamente disaccoppiato dal mercato azionario e ora potrebbe formare una correlazione inversa.

Categorie: Web