Archivi tag: nuove frequenze

Verifica se la tua tv è compatibile con il nuovo segnale Dvb-T2. Direttamente dal tuo televisore.

Puoi verificare la compatibilità al nuovo digitale terrestre Dvb-T2 direttamente dalla tua televisione, sintonizzandoti ad uno dei due canali tv appositamente creati. Un test veloce che ti permetterà di capire se dovrai acquistare un decoder o una nuova tv.

Verificare la compatibilità con Dvb-T2

E’ sufficiente sintonizzarsi al canale 200, servito da mediaset, oppure al canale 100, servito da rai. I televisori compatibili mostreranno a video il seguente testo : Test HEVC Main10, diversamente la vostra tv sarà da considerarsi come non compatibile.
Se non riesci a collegarti ad i canali suggeriti, sarà necessario effettuare una nuova scansione tramite il menù della tv, solitamente, sotto la voce Trasmissione > Sintonizzazione automatica > Ricerca. Se effettuando una sincronizzazione non riuscite a vedere i canali, è indice che non potete far altro che acquistare un nuovo TV che supporta il nuovo standard. La maggior parte delle tv con oltre 5 anni smetteranno di funzionare a causa del cambio delle frequenze, la soluzione più economica è quella di acquistare un decoder apposito o sfruttare i bonus concessi. Il termine per il segnale dei canali del digitale terrestre è previsto per il 30 giugno 2022.

Bonus Tv e Decoder

Pubblicato nella Gazzetta ufficiale il decreto Mise-Mef sul cambio dei televisori. Sul sito del Ministero verrà pubblicata la lista delle tv o dei decoder che potranno usufruire dell’incentivo. Sarà necessaria effettuare una autocertificazione Isee poiché disponibile per le famiglie con un reddito complessivo fino a 20.000 euro.

Date esatte del passaggio in base alle regioni

1° settembre – 31 dicembre 2021:
Area 2: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano;

Area 3: Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza.

1° gennaio – 31 marzo 2022:
Area 1: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna.

1° aprile – 20 giugno 2022:
Area 4: Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche.